Poesie - Il mio mondo

Vai ai contenuti

Menu principale:

Poesie

I miei pensieri

LA VITA E’ TUTTO

La vita può essere bella,
può essere brutta,
può essere facile,
può essere difficile,
può essere felice,
può essere triste.

La vita può essere tutto
dipende da tante cose,
ma soprattutto,
dipende da te.
Perché la vita è tua.

C’è solo una cosa che non sai:
quando finisce.
Questo lo sa solo Dio.

SABINA (1995)


PIOGGIA


Pioggia, che vieni dal cielo,
bagna questa terra arida,
fa ricrescere di nuovo
ogni specie di pianta.

Rinnova il mondo intero
e tutti i suoi abitanti;
apri la mente verso i principi di pace,
che tanto mancano agli uomini d’oggi.

Disseta la mia anima
e fa che non muoia in me
la voglia della vera pace
e della vera fede.

SABINA (1995)


IL SEGRETO DELLA VITA


Se tutti i giorni fossero con il sole,
se non esistessero le nuvole grigie,
se non esistesse la pioggia,
se la vita non fosse così complicata,
se non esistessero le malattie
che opprimono la gente che non merita di soffrire,
forse il mondo, pensandoci bene,
sarebbe noioso ed anormale.

Le giornate sarebbero tutte uguali,
la gente morirebbe solo di vecchiaia
e nessuno conoscerebbe il dolore
fisico e spirituale.

Sarebbe troppo bello!
Sarebbe un mondo “divino”
e simile al Paradiso.

Invece il nostro mondo
ha anche il lato negativo
perché Dio l’ha voluto così:
per farci capire che prima
di raggiungere il “giardino Divino”,
bisogna saper soffrire per dopo
assaporare meglio la pace che ci darà!

Questo è il segreto per vivere la vita
che lui ci ha donato;
ed io sto vivendo la mia vita soffrendo
perché Lui vuole ricordarmi che la felicità
si conquista con il dolore.

SABINA (1995)


PENSIERI


Quando credi di essere solo,
di essere l’unico a stare male,
apri gli occhi e guarda chi ti è vicino.

Non hai bisogno di cercare lontano
colui che ti possa aiutare,
perché devi solo guardarti intorno
per accorgerti che ce l’hai accanto.

Tieni stretto quello che già possiedi
e non cercare di avere l’impossibile,
perché ce l’ha Dio.

Non scordarti di ringraziare il Padre,
ogni giorno, per averti dato la vita:
il bene più grande del mondo!

SABINA (1995)


LIBERA


Sono libera
come un uccello
che vola nel cielo
e guarda il mondo dall’alto.

Sono libera
come un delfino
che nuota nei mari
profondi e incontaminati.

Sono libera
come un leone
che cammina nella savana
e guarda il tramonto.

Sono libera
e voglio gridarlo
al mondo intero
perché tutti lo possano sentire.

Sono libera
e vorrei che lo fossero
tutti gli esseri viventi
dell’Universo.

La libertà è indispensabile
per vivere
come l’aria
per respirare.

SABINA 17.8.98


A MIO PADRE


Papà… papà…
quando ti chiamo,
quando ti chiedo,
quando ho bisogno di conforto…
ci sei sempre!

Non ti arrabbiare se questo mondo,
a volte, non è buono con te;
non ti arrabbiare per questa vita
che non è mai stata facile.

Lascia fuori dal tuo cuore il pessimismo,
non farti ferire dalla crudeltà della gente,
non perdere il tuo ottimismo,
il tuo umorismo, la tua bontà.

Mantieni il tuo sorriso e fallo nascere in me.
Spazza via la tristezza che ho nel cuore
e aiutami ad essere buona,
serena e felice come te.

Sto perdendo i valori della vita,
quelli che tu chiami “cose di una volta”:
quelle che servivano un tempo
per sorridere e vivere serenamente.

C’è troppo odio in questo mondo pieno di consumismo
e di gente che vuole solo potere e denaro.
Il denaro… l’unico dio che regna
e per cui si arriva ad uccidere.

Anche se il destino a volte può essere crudele
mantieni la calma e la generosità,
che ho sempre visto in te,
in ogni cosa che fai.

Solo ora mi accorgo di non avertelo mai detto;
sono tre piccole parole, ma dette con il cuore:
ti voglio bene, papà!
Non cambiare mai!

SABINA 27.09.98


A MIA MADRE


La vita non è mai stata facile con me.
Mi ha messo a dura prova
con il dolore e la malattia.

Ma tu mi consoli quando sono triste,
mi curi quando sono ammalata,
sei felice quando porto a termine una cosa.

Possono essere piccole cose,
ma so che senza il tuo aiuto insostituibile
non avrei la forza e il coraggio di farle.

Qualche volta ti do delle preoccupazioni o ti rendo triste,
ma vorrei asciugare quelle lacrime che scendono sul tuo viso
e far apparire per sempre il sorriso.

La mia malattia mi ha insegnato ad apprezzare
le piccole cose della vita
e saper vivere ogni attimo con il cuore.

Molti dicono che sono forte, ma non è vero.
Ho solo accettato il destino,
anche se mi mette alla prova continuamente.

Grazie… ma non basta questa parola
per ricompensarti del tempo che mi dedichi
ogni giorno, ogni ora, ogni minuto della tua vita.

Ti voglio bene mamma!, per tutto l’amore che mi dai
e per ogni tua parola di conforto, quando soffro.
Vivi con il cuore e non cambiare mai!

SABINA 30.09.98


NESSUNO PUO’ SAPERE


Nessuno può immaginare il dolore
se non lo si prova sulla propria pelle.

Nessuno può sentire
il dolore di un’altra persona.

Nessuno può dirmi:
“Ti capisco! So cosa provi!”.

Riesco a capire solo
chi convive con il male.

Nessuno può capire lo stato d’animo
di una persona con una vita di sofferenze.

Nessuno mi capisce quando dico:
“Sono stanca di soffrire!”.

Non voglio essere commiserata,
non mi serve per guarire!

Non voglio fare pietà a nessuno,
voglio solo essere capita!

Voglio avere uno scopo nella vita,
voglio essere utile agli altri!

Nessuno può sapere come mi sento…
tranne Tu, Dio !

Oh Dio, la tua luce misericordiosa
rischiara il cammino buio della mia vita!

SABINA 04.11.98


CREDERE


Credere…
puoi credere in molte cose,
vere o false che siano.

Credi in qualcuno,
di cui hai fiducia
che non ti lasci mai solo.

Credi in un amico
perché pensi
che non ti farà mai del male.

Credi che non ti abbandonerà
nel momento del bisogno
e che ti aiuterà ad affrontare i momenti difficili.

Credi…
e se lui ti tradisce e ti lascia da solo?
Che cosa farai?

In chi crederai
se l’amico di cui ti fidavi
ti ha lasciato quando ne avevi più bisogno?

Non puoi credere in lui,
non puoi fidarti di lui,
non puoi fare affidamento su di lui.

Non puoi nemmeno chiamarlo amico,
perché è tale
solo se ti permette di credere in lui.

In chi credere, allora?
Chi ti dà piena fiducia in lui?
Chi non ti abbandonerà mai?

Io so che c’è una persona così,
non si riesce a vedere
ma è sempre presente.

Se avrai bisogno di aiuto
Lui te lo darà,
senza chiedere niente in cambio.

Credo in Lui…
credo in Dio perché è buono
e prendo la sua mano per affrontare le insidie della vita.

SABINA 18.11.98


SULL’ORLO DEL PRECIPIZIO


Un’altra volta…
è successo ancora una volta!
Come faccio ad uscire
da questo incubo?

Mi prende quando meno me l’aspetto,
non mi avverte nemmeno
ed ogni volta io ci casco
come fosse la prima.

E’ una  nebbia
che mi opprime il cuore,
non so cosa ha in serbo per me
il domani.

C’è festa intorno a me,
ma io non la sento;
sono estranea a questo mondo,
che ci faccio qui?

Sono di nuovo
sull’orlo del precipizio,
sto pensando di farlo….,
mi lascio andare alla deriva!

Sono stanca di lottare,
voglio riposare;
il dolore mi ha consumato,
non ho più la forza di combattere.

Ecco…! La vedo…!
Vedo la Luce, quella Luce
che mi ha già salvato
tutte le altre volte.

Quella mano, che instancabilmente,
mi aiuta a risalire il precipizio
e mi riporta sulla strada
della vita.

E’ di nuovo qui!…
Ancora una volta
mi dà la forza di uscire,
di risalire dal precipizio.

SABINA 20.12.98


SPIRITO LIBERO


Vola… vola più in alto dell’aquila,
vola più in alto dell’aereo,
vola più in alto del missile.

Vola oltre le nuvole,
vola oltre le stelle,
vola oltre lo spazio.

Vola più veloce della luce,
vola oltre lo spazio conosciuto,
vola oltre l’ignoto.

Vola spirito libero,
non chiuderti in questo mondo
che non ti capisce.

Vola… finché sei libero
e non permettere a nessuno
di legarti a dei falsi ideali.

La tua libertà,
conquistata a caro prezzo,
è troppo preziosa per perderla.

Vola… lontano,
in un luogo
dove nessuno ti conosce.

Vola... spirito libero,
vola con le tue grandi ali
verso la luce Onnipotente.

L’unica vera luce
che riscalda il mio cuore
e il cuore di questo mondo malato.

SABINA 25.12.98

MONTAGNE

Lo sguardo corre verso le alte cime
che sembrano toccare le nuvole.
I contorni si confondono con la foschia
nelle giornate calde;
anche qui l’umidità
arriva con i suoi tentacoli.

Dai vostri pendii passarono,
un tempo, quei valorosi soldati
che hanno dato la vita per una patria unita.
Cosa pensavano quelle giovani menti
davanti al nemico nell’attimo
che precedeva lo sparo del loro fucile.

Nelle grotte scavate da voi disperati,
si odono ancora i lamenti dei feriti
e gli spari e le cannonate…
Quel salto… Granatieri!
Siete morti per non cadere prigionieri
degli oppressori della nostra terra!

Montagne…
La vostra terra è imbevuta
di quel sangue innocente
sparso per un paese unito.
Tra i pini si sente un fruscio,
è forse l’ultimo lamento di un soldato?

Voi che volete giustizia…
gridate al mondo intero
il vostro dolore
e tutto il male che avete visto!
Quante generazioni sono passate
per i vostri pendii, vallate e boschi.

Vedo bambini giocare, gridare, saltare,
correre in quel parco
dove gli scoiattoli e gli uccelli guardano,
stupiti, quelle buffe creature
che si rincorrono
emettendo suoni incomprensibili.

Scoiattolo che scappi… aspettami!
Vorrei anch’io poter correre con te
e salire su quegl’alberi per nascondermi,
quando desidero pace per ripulire
dalla sporcizia la mia anima
e liberarmi da quel senso di oppressione.

Com’è bella la montagna!
Respiro l’aria pulita
e mi sento più vicina a Dio,
so che Lui mi sta ascoltando
e sente il mio cuore gridare:
“Pace!”… per il mondo intero.

Oh Dio, Tu che sei in alto,
più alto delle cime delle montagne,
dove non esistono dolori e problemi,
porta un po’ di luce
e fa scendere gli angeli
con il loro canto e la loro musica soave.

Oh maestose cime…
fate salire la mia lode
fino al trono celeste di Dio,
perché ne sia deliziato!

SABINA 5-6.07.99


UN ALIANTE


Non hai bisogno di un motore
perché per motore c’è il vento.
Non hai bisogno di grandi ruote
perché sei piccolo e leggero.

Hai un corpo sottile e delle lunghe ali,
ma non sei un uccello.
Giri spesso sopra le montagne
e da lassù guardi le case sotto di te.

Una mano forte ti guida in mezzo alle nuvole
e non hai paura di cadere.
Puoi rimanere su per ore senza mai stancarti,
chissà quante cose belle puoi vedere!

Vieni a prendermi,
voglio volare anch’io fin lassù!
Voglio immergermi in quelle nuvole
così dense da sembrare panna montata.

Piano piano scendi,
atterri sulla pista,
hai finito anche oggi il tuo giro
ed ora vai a riposare.

Domani ti alzerai ancora,
trainato da un aereo a motore
e volerai sopra le cime montuose
per ore ed ore…

SABINA 18.07.99

 
DECISIONE


Una canzone, una melodia,
una voce, una parola,
un’attimo, uno sguardo…

Chi può dire quando o dove…
il luogo non conta, il tempo non esiste,
è tutto naturale.

Una decisione presa d’impulso,
senti qualcosa dentro di te
che ti indica la via da prendere.

Un impegno che ti prendi,
con passione e soddisfazione,
perché ci credi e ti fa sentire realizzata.

SABINA 27.01.2000

 
QUESTI MIEI PENSIERI


Rincorro i pensieri miei,
sfuggono nei meandri della mente,
si nascondono, timidi…
ma troppo scaltri per uscire allo scoperto.

Si celano dietro frasi dette a metà,
non si svelano, perché troppo grandi
in un corpo così piccolo!
(Questo il pensiero degli altri…).

Pensieri che parlano d’amore,
di pace, di coraggio, di serenità;
ma anche di solitudine,
di tristezza, di dolore…

Amore per la vita,
amore da donare a una persona.
Pace per il mondo
e tutti gli esseri viventi,
di ogni razza, colore, religione.

Coraggio per affrontare il dolore
e le insidie di questo mondo.
Serenità nel cuore,
per sentire la voce di Dio
sempre presente ma che a volte si rifiuta.

Solitudine di chi non ascolta con l’anima
e non parla con il cuore,
ma usa solo l’astuzia e l’odio
per avere il “potere” (parola senza senso…),
e un posto in questa vile società.

Tristezza per chi è solo e non sa vivere
E per chi non vedrà mai la luce del sole.
Dolore vissuto in prima persona
e di chi subisce l’ingiustizia dei più forti
(ritenuti tali solo da loro stessi…)

Questi miei pensieri…
troppo grandi e belli,
troppo veri e giusti
per essere capiti.

SABINA 28.08.01


ALBA


Nuvole di rosa accese,
colorate dalla grande stella
che arriva da levante.

Una palla di fuoco
che dà vita,
immobile moto…

I giorni seguono le notti,
il buio vinto dalla luce,
il calore della speranza.

Anche oggi è salito,
lontano ma vicino
quel sole vivo.

Orizzonte di luce,
mi perdo nell’immenso
in assenza di gravità…

Mi dissolvo nel calore,
brucio il dolore,
rinnovo il corpo e la mente.

SABINA 06.02.03


COS’E’ L’AMORE


L’amore è…
alba di ogni giorno
silenzioso tramonto
dolce tormento.

Onde in movimento
profumo di fiori
frullare d’ali
canto immutato d’uccelli.

Suono del vento
nuvole sfuggenti
colori ed essenze
nella luce solare.

Battito del cuore
occhi bambini
sorriso di uomo
per la sua donna.

Stella più grande
nell’immenso firmamento
brilla per lui
dentro l’anima.

E’ questo…?
Parole pensate
sentite… sussurrate.
Ditemi cos’è l’amore!?

SABINA 06.03.03


RIFLESSIONI


Sono diversa
perché soffro
non so correre
né saltare.

Sono diversa
perché mi hanno cambiata
il destino ha deciso così.

Sono diversa
mi dicono
speciale
sensibile
mentre io mi vedo normale.

Sono diversa
perché so ascoltare
con il cuore
e piango davanti al dolore.

Sono diversa
perché riesco a sognare ancora
leggendo un libro.

Sono diversa
e lo dimostro scrivendo
con parole tristi
ma che arrivano dall’anima.

Sono diversa
ma vivo
di piccoli attimi
gioie e sorrisi
che la mia normalissima vita
mi dona ogni giorno.

SABINA 18.06.03


DELFINO


Distesa d’acqua azzurra
mille colori di pesci e coralli
tu giochi e ridi…
Scappi veloce
mille capriole
in tuffi a prendere il sole
Aggrappata a te
mi porti in luoghi profondi
silenziosi e lontani
quanto mondo da vedere
Scivoli nell’acqua e
vai incontro al tramonto…
domani tornerai
salutando il nuovo giorno
fra spruzzi e grida gioiose
per portarmi nel tuo mondo
dove il sole curioso
entra con giochi di luce.

SABINA 27.02.05


FILO DI LUCE


Matassa di vite intrecciate
fili sottili scorrono sul sentiero
si spezzano, si annodano
o viaggiano paralleli senza mai incontrarsi
ma sapendo ognuno l'esistenza dell'altro.

Fili di seta preziosa, o semplice cotone
non ha importanza, sono ugualmente umili
davanti alla Luce.

Siamo fili di un unico gomitolo
anche se vogliamo dividerci
e abbandonare il Filo di Luce
che vive nel nostro cuore.

L'amore è nella Luce
l'odio è il nostro dividere
e vagare di vite nel buio.

SABINA 07.09.08


HO BISOGNO DI TE...


Ho bisogno di un Bambino
che nacque molto tempo fa
all'ombra del mondo
in una grotta fredda
riscaldata dal bue e l'asinello.

Ho bisogno di un Uomo
che ha insegnato all'umanità
il comandamento più grande:
amare il prossimo.

Ho bisogno di un Padre
che riporti pace e speranza
apra i cuori di noi piccoli esseri
di fronte all'immenso creato.

Ho bisogno di uno Spirito
che aliti fede in chi l'ha persa
e aiuti a ritrovare la luce spenta
dalle vane materialità umane.

Ho bisogno di una mano Dio
perché ho perso la Tua via
nel vuoto delle preoccupazioni
sentimenti ed emozioni
che mi tolgono serenità.

Ho bisogno di risentire
nel mio animo di peccatrice
il calore di quel Figlio
venuto a salvare il mondo
dalle cattiverie e brutture.

Ho bisogno del mio Angelo
custode di questo corpo spirituale
sopraffatto dal rumore
bisognoso di silenzioso tempo.

Ho bisogno del tuo Amore
per amare me stessa
e donarmi agli altri
senza nulla chiedere.

Ho bisogno di Te Gesù
e ti sto aspettando nel mio cuore.

SABINA 01.12.09

 
Torna ai contenuti | Torna al menu